Remorse ‘Commutarte’

(Hot Steel Records 2009)

Non è mai un buon segno quando una band dopo diversi anni di attitudine ‘hardcore’ senza compromessi, decide di cambiare a 360° e inventarsi qualcosa di più orecchiabile.
Di per sè non ho niente contro suddette scelte stilistiche, prima o poi bisogna anche cambiare; d’altronde spesso è proprio dai tagli netti che escono fuori le cose migliori. O anche no.
Purtroppo nel caso dei Remorse, fu band hc-punk con alle spalle ben tre dischi, di buono in questo taglio c’è ben poco. Di questi 37 minuti salverei solo la sezione ritmica, che mi è sembrata davvero più che adeguata tecnicamente.
Va bene, abbiamo capito che non va, ma cosa suonano adesso i Remorse? Una sorta di rock con accenti funk e, dicono loro, “indie”… in realtà il tutto sembra nient’altro che un indigesto mix tra Negrita e Litfiba, ciò in gran parte a causa della tonalità del cantante/bassista Daniele, piuttosto bravo con le cinque corde, un po’ meno con quelle vocali, risultando una sputata copia del ‘graffiante’ Pelù.
A causa della mosciaggine generale dei pezzi, incapaci davvero di picchiare o esaltare, e dei testi in italiano senza nè capo nè coda, i Remorse sembrano proprio pronti per Radio 105 o similari posti bui. Non certo il miglior complimento che potrei fare a una band con un’esperienza del genere.
Consiglio ai nostri di pensarci un po’ su a che tipo di sound vorrebbero per questo loro nuovo corso, perché al momento non ci siamo proprio.

Voto: 5

Link correlati:Remorse My Space Page