Regina Mab ‘Palle Da Tennis’

(Manzanilla MusicaDischi 2007)

Dopo quattro dischi ed un EP (e la partecipazione a numerose compilation), i Regina Mab, che amano definirsi “troppo vecchi per essere considerati giovani promesse” ma “troppo giovani e poco noti per potersi definire artisti affermati”, approdano a questo reading acustico che è “Palle Da Tennis”. Lo spettacolo, riproposto in un CD edito dalla Manzanilla MusicaDischi, è incentrato sulle figure di alcuni nomi storici del tennis anni ’20, campioni del calibro di Lacoste, Tilden, Lenglen e così via, e sulle loro vicende personali, spesso incredibili, curiose, singolari.

Musicalmente parlando, non è che ci sia poi molto da dire: le composizioni (tutti originali di Manzini, cantante e voce recitante della band, con le sole eccezioni di Boum di Charles Trenet, The Man I Love di George e Ira Gershwin e Time di Tom Waits) si basano su una strumentazione rigorosamente acustica (ottimo il lavoro dei due chitarristi, Tonin e Giuliani) e su arpeggi raffinati e trame sonore di ascendenza folk. Il principale motivo di interesse dell’LP è costituito dalle storie, raccontate con semplicità, passione, ironia ed un pizzico di poesia, evitando i “pistolotti morali” sul tennis come metafora della vita ed altre banalità del genere ed ottimamente interpretate dal recitato/cantato espressivo di Manzini.
Un lavoro a tratti imperfetto, magari, ma indubbiamente interessante, che riesce nell’impresa di non annoiare, nonostante la predominanza della parola sul resto.

Voto: 6

Link correlati:Regina Mab Home Page