Musicultura Festival 2008

Al via le audizioni live.

 


 


 


 


Di Marco Loprete


marcoloprete@yahoo.it


 


Ieri sera si è svolta a partire dalle 21,30 la prima serata delle Audizioni Live del Musicultura Festival. Sul palco della Società Filarmonica di Macerata si sono esibiti la Riserva Moac, Francesco Piano, Viola Selise & Conduzione Familiare ed i Pura Utopia, regalando più di un’ora di piacevoli vibrazioni ad un pubblico accorso come sempre numeroso.


Giunto alla sua diciannovesima edizione, il prestigioso festival (ormai una realtà consolidata nel panorama delle manifestazioni canore italiane) quest’anno conta la partecipazione di ben 50 artisti, provenienti da 15 regioni italiane. Come ha sottolineato il Direttore Artistico di Musicultura, Piero Cesanelli, il criterio usato per la selezione delle proposte musicali tra le oltre 700 le domande pervenute, è quello che da sempre contraddistingue la kermesse: “non sono stati esclusi generi di nessun tipo, ma all’interno di ciascun filone si è cercato di scegliere il tentativo più riuscito sua dal punto di vista innovativo che ispirativi”. E così tra i cinquanta artisti che prenderanno parte alle Audizioni Live (che si svolgeranno fino al 17 febbraio sempre alla Società Filarmonica e al termine delle quali verranno individuati 16 finalisti), troviamo sia la tradizione pop italiana che la world music, passando per il rock, il teatro-canzone e pagine decisamente appartenenti alla tradizione folk.


Nel corso della conferenza stampa che ha aperto la serata, poi, sempre Cesanelli ha voluto pubblicamente ringraziare tutti gli enti e le istituzioni che, con il loro prezioso apporto, hanno cooperato all’organizzazione della manifestazione, ovvero il Comune e la Provincia di Macerata, la Camera di Commercio, la Banca Popolare di Ancona, la Società Filarmonica, la Sisme, sponsor tecnico del Festival, e, non ultimi, tutti i ragazzi delle Università di Macerata e Camerino che compongono la redazione di Sciuscià (l’organo informativo di Musicultura) e la giuria, la quale, nel valutare gli artisti meritori di arrivare alla fase finale, sarà coadiuvata da una giuria tecnica, presieduta da Cesanelli e di cui fanno parte il vicepresidente Ezio Nannipieri, il critico musicale Stefano Bonagura, il compositore Marco Maestri, la professoressa Barbara Pojaghi, responsabile per l’Università di Macerata, e il professor Giancarlo Gioia Lobbia per quella di Camerino.


Una seconda selezione, quella che vedrà restringersi la rosa dei 16 candidati alla vittoria finale a soli 8 elementi che si esibiranno nella prestigiosa cornice dello Sferisterio nelle tre serate finali del 13, 14 e 15 giugno, sarà invece effettuata dal Comitato Artistico di Garanzia (comprendente nomi eccellenti della scena musicale italiana, da Claudio Baglioni e Niccolò Fabi, passando per Franco Battiato e Carmen Consoli), dal pubblico di Radio1 Rai, dai lettori del Radiocorriere Tv e dagli utenti di Internet; al vincitore assoluto sarà assegnato il premo “Ubi – Banca Popolare di Ancona”.


Anche quest’anno, dunque, Musicultura si configura senza dubbio come un appuntamento importante, che consentirà al pubblico di confrontarsi con realtà musicali inedite, frammenti diversi di un universo artistico che non conosce distinzioni di generi o di età. Comunque, per chi volesse saperne di più, è consultabile il sito web www.musicultura.it. Buon ascolto!