Rollerball ‘Rollerball’

(Wallace Records/Audioglobe 2006)

Quella degli americani (di Portland, Oregon) Rollerball, al loro tredicesimo disco (il secondo edito da Wallace), è musica intricata, sfuggente e (per questo) abbastanza indefinibile. Ci trovate dentro pop, psichedelia, avanguardia e qualche sentore free-jazz. Con la voce bellissima di Mae Starr, che si inerpica in melodie celestiali, a dominare sul tutto. E il risultato, in forza di una ispirata capacità di scrittura, è qualcosa di altamente suggestivo e sognante. Prova ne sono i brani inziali Art Dries, Ba e Doc Nubbins, piccole gemme che ipnotizzano e trasportano. Da segnalare, fra i dieci brani dell’album, anche P.Mic, cantata dal trombettista S. De Leon, che ricorda le atmosfere degli ultimi Oneida e il “tango” di The Sky in L.A., in cui partecipano Jacopo Andreini e Bruno Dorella.
Consigliati.

Voto: 7

Link correlati:Wallace