Persiana Jones ‘Just For Fun’

(Uaz/Alternative/Venus 2007)

E così dopo dieci anni, nove dischi e più di mille concerti in tutto il mondo, i torinesi sono giunti al capolinea. Si accomiatano dal loro pubblico, con un ottimo cd di ska-punk aggressivo e tagliente nei suoni, un po’ meno nei testi. In “Just for fun” i Persiana hanno voluto fare le cose molto bene, facendosi aiutare da Bunna che canta in Hooked on a feeling, da Paolo Parpaglione al sax, da Yomar Cardoso al trombone e da Peter Truffa (Blue Beaters) piano e hammond, oltre all’innesto nel gruppo di dj Ciaffo, che introduce molti brani con scratches e rumori e di Whito alla seconda chitarra. Musicalmente siamo dalle parti del hardcore melodico di scuola californiana, post Bad Religion, vale a dire quello di NOFX & co., con molti innesti ska.
Per un’oretta quindi si può ballare e canticchiare motivetti che hanno il limite di essere eccessivamente vicini a tematiche post adolescenziali, con rime messe sempre al posto giusto, anche se la caratteristica principale è l’attenzione ad una certa introspezione e il testo più intertessante è La mia strada, che sembra una parafrasi del manifesto straight edge. Tornando al loro scioglimento, non è un caso che il cd si concluda con il bel punk malinconico di Tutto finisce.
Bye Bye Persiana Jones.

Voto: 7

Link correlati:www.myspace.com/persianajones