Marina Gaio nuovo programma – Senigallia

Marvin, Frankiln Delano, Mattia Coletti, Miranda..

marinaio gaio – shipping news 13


Marinaio Gaio rassegna al Macondo, via Pisacane 4,6 – Senigallia (AN)


SEI GIA’ DENTRO L’HAPPY HOUR !


Inizio concerti ore 22.30


 


Venerdì 30 marzo 2007


FATHER MURPHY


(madcap collective)



Freddie, Chiara Lee e il vicario Vittorio suonano dal vivo strumenti giocattolo, o strumenti suonati come tali. La Lee utilizza esclusivamente vecchie diamoniche italiane o tastiere giocattolo cinesi, quanto Vittorio non si sottrae all’ubiquità del suo contemporaneo utilizzo di un piccolo set di batteria coordinato alle tempistiche di un violino antico che adesso è forse diventato una viola…e freddie…il rev. freddie altro non è che un uomo che canta una canzone tra questo mondo e quell’altro…


Dopo più di 50 date negli ultimi due anni, un lungo tour tedesco e la partecipazione ai maggiori festival estivi italiani, Father Murphy si sta preparando ad attraversare le Alpi, direzione Francia, e alla sua prima diretta televisiva, a Larsen, per il canale satellitare della Rai, approfittando per presentare uno split appena uscito per Madcap Collective che lo vede affiancato al fantasmagorico Lorenzo Fragiacomo.


Web site:


www.maledetto.it


www.myspace.com/reverendmurphy


 


Marinaio Gaio rassegna al ZABUMBA, via Marchetti, nel centro storico di Senigallia (AN)


 


 


Sabato 30 marzo 2007


MATTIA COLETTI (wallace rec.)


+ ALESSIO BALLERINI



Mattia Coletti sperimenta l’utilizzo della chitarra acustica abbinandola a field recordings, strumenti digitali o semplici rumori. L’effetto musicale è psichedelico. Quello emotivo è di riuscire a rappresentare buona parte del marcio che hai dentro e farlo andare via. Uno dei dischi più umani che ho sentito in quest’ ultimo periodo. Splendido.


Web site:


www.myspace.com/mattiacoletti


 


e poi ancora…


 


Marinaio Gaio rassegna al Macondo, via Pisacane 4,6 – Senigallia (AN)


SEI GIA’ DENTRO L’HAPPY HOUR !


Inizio concerti ore 22.30


 


Venerdì 6 aprile 2007


BUTCHER MIND COLLAPSE + JESUS FRANCO


(bloody sound records)



Quattro bravi ragazzi dall’aspetto borghese, quattro facce pulite, che sul palco si trasformano in avanzi di galera, avvezzi ad ogni tipo di abuso, con una predilezione per quello sessuale. Come definire la loro musica? Noise? Post punk? New wave? Seppur applicabili ai BUTCHER MIND COLLAPSE, queste definizioni rappresentano solo tante estetiche sotto cui si celano gli arch..tipi ancestrali e maledetti del blues e del rock&roll.


Web site:


www.myspace.com/butchermindcollapse


www.bloodysoundfanzine.it


 


Venerdì 13 aprile 2007


FISH OF APRIL


(seahorse recordings)



E il primo progetto musicale di Alessio Pinto, giornalista, scrittore, accanito scommettitore, trascorsi in galera e poc’altro. ‘fish of ApriL’ nasce dopo 5 anni di canzoni registrate cantando i bassi, le chitarre, le tastiere, imitando una batteria con bacchette suonate su letti, armadi, pavimenti, il tutto sovrainciso a più piste con un walkman. Canzoni ideate quasi prevalentemente in pullman e in aereo, voci multifunzionali diventate poi arrangiamenti e composizioni grazie al contributo unico di Paolo Messere, leader dei Blessed Child Opera e produttore di Maisie, Ulan Bator nonché capo dell’etichetta Seahorse Recordings. Quello di ‘fish of ApriL’ è un sober-rock impaziente e trasandato, avulso da isterismi sociali e fobie politiche. Un concept album sull’ippica e sulle emozioni inconfessabili, cupo e ghignazzante. I cavalli sono alle gabbie di partenza, non restate intrappolati.


Web site:


www.myspace.com/fishofapril


www.seahorserecordings.com


 


Domenica 22 aprile 2007


?ALOS


(bar la muerte – precordings – vida loca records)



Esiste un altro mondo oltre al nostro, un mondo nascosto all’interno di ogni specchio. Un mondo in cui le persone portano sul corpo i segni dei Ricordi Indelebili che plasmano il carattere ed il vissuto di una persona. La Signorina ?Alos è una di quel mondo, porta sul suo viso i segni delle ferite nell’anima di Stefania Pedretti. Ecco chi è ?Alos: l’alter-ego di Stefania, la sua immagine riflessa. Nei quadri di Stefania Pedretti vengono dipinte le donne, le persone di quel mondo e attraverso essi ?Alos ha trovato il passaggio per giungere a noi. Lo fa attraverso una musica nata inizialmente per una performance che ?Alos ha portato in giro per l’Europa per un paio d’anni, suonando e cucinando contemporaneamente ed invitando poi una persona del pubblico a consumare questa cenetta a lume di candela con lei: una donnina timida, romantica, sognatrice ed elegantemente retrò, che porta però sul volto le proprie cicatrici, che la rendono bella in modo straniante. Una performance legata al tema di rubare attimi privati rendendoli pubblici, che spesso accompagna le mostre della Stefania Pedretti artista, completando idealmente il suo mondo parallelo fatto di subbugli inquietanti, mutilazioni dell’anima e del corpo, risvolti psicologici più o meno irrisolti.


Web site:


www.signorinaalos.com


www.barlamuerte.com


 


Venerdì 27 aprile 2007


DAMIEN*


(diy)



Vi piacciono le atmosfere in cui a dei suoni sporchi e obliqui si accompagnano delle melodie per niente scontate che sappiano dare al tutto un’aria da stravagante e riuscito pop-noise (passatemi l’accostamento azzardato) scazzato quanto basta? Allora procuratevi questo dischetto e le sue sei canzoni perché quello che ho ascoltato fino a cinque minuti fa, per quattro volte consecutive, è veramente notevole. E’ stato davvero bello perdersi nell’intreccio di chitarre alla Weezer su cui si spruzzava quel giusto pizzico di lucida follia derivata Pixies. I Dàmien* con il loro background di indie-culture anni novanta fanno saltare, pensare, emozionare. Veramente. Non perdeteveli per nulla al mondo.


Web site:


www.myspace.com/rockdamien


damienweb.altervista.org


 


Venerdì 11 maggio 2007


MIRANDA (fromSCRATCH) + M.A.Z.C.A. (marinaio gaio)



La visione artistica di Miranda è stata definita “radicale e spregiudicata, il loro modo di suonare disgregato e storto, la loro indole alienata e a tratti beffarda” (B.U. 100). L’attitudine live del trio è decisamente energetica, sono stati assunti dal Dipartimento dell’amore per bruciare le calorie in eccesso, attraverso la diffusione stereo di onde elettrificate e ritmi atavici.


Web site:


www.fromscratch.it


 



Intento di organizzare il sogno da svegli in modo tale che perduri nel sonno e rimanga il ricordo al risveglio.. I ricordi rubati alle immagine cambiano senso e si trasformano in note, da riflessi di luce a onde che si trasportano nell’aria . Gli spazi della stanza si riempiono di vuoti, gonfi e neri i sospiri fuoriescono dal tutto. Materiche pennellate di chitarra si alternano a solide linee di basso che si intreccia a sua volta a ritmiche posate, il tutto arricchito da accattivanti arrangiamenti analogico-digitali.


Web site:


www.myspace.com/mymazca


www.myspace.com/marinaiogaio


 


Venerdì 18 maggio 2007


EDIBLE WOMAN


(psychotica records – bloody sound records – ame records)


+ MARVIN



Gli Edible Woman si lanciano a testa bassa verso un hardcore-noise dall’impatto crudo ed acido: forti anche di una precisa ed agile sezione ritmica e delle capacità di Giacomo Governatori, chitarrista del gruppo, il sound disco si presta ad una strutturazione più complessa di quanto potrebbe apparire ad un primo ascolto, tanto da farci intravedere dietro all’incessante assalto sonoro una propensione verso variazioni e melodie decisamente interessanti nella loro scarna esibizione.


Web site:


www.ediblewoman.it


www.myspace.com/ediblewoman


 



Trio di Montpellier, due ragazzi (chitarra e batteria) e una ragazza (synth), autori di un math rock strumentale, energico e sintetico, in cui si riscontrano dosi abbondanti di Oxes, Six Finger Satellite e Laddio Bolocko ben metabolizzate: “Vous pensez à la C.I.A.?” è una fuga noise spaziale, una pulsazione frenetica in cui sei corde e sintetizzatore duettano a meraviglia, il tutto sottoposto a una continua evoluzione di forma.


Web site:


marvinsound.free.fr


www.myspace.com/marvinband


 


 


Marinaio Gaio rassegna al Gratis Club, via Bonopera 53 – Senigallia (AN) – davanti la stazione ferroviaria


 


Sabato 14 aprile 2007


FRANKLIN DELANO (ghost records) + CHEWINGUM (marinaio gaio)



I Franklin Delano sono la creatura del cantante / chitarrista Paolo Iocca, napoletano trapiantato a Bologna perdutamente innamorato del folk di Red Red Meat, Califone, Will Oldham, Songs Ohia e Howe Gelb. Nati nell’estate del 2002 dall’incontro con Marcella Riccardi (ex Massimo Volume) e Samuele Lambertini (successivamente sostituito da Vittoria Burattini, anch’essa proveniente dalle file del disciolto ensemble emiliano), all’indomani della pubblicazione del primo lavoro All My Senses Are Senseless Today sono stati subito indicati come uno dei nomi di punta della scena “post” nostrana. Dopo la pubblicazione del nuovo Like A Smoking Gun in Front Of Me, possiamo affermare con certezza che i Franklin Delano hanno saputo far proprio un determinato linguaggio musicale adattandolo alla propria sensibilità, al di là di ogni rigorosa definizione stilistica.


Web site:


www.franklindelano.org


www.myspace.com/franklindelano


 


Marinaio Gaio rassegna al ZABUMBA, via Marchetti, nel centro storico di Senigallia (AN)


 


Sabato 30 marzo 2007


MATTIA COLETTI (wallace rec.)


+ ALESSIO BALLERINI



Mattia Coletti sperimenta l’utilizzo della chitarra acustica abbinandola a field recordings, strumenti digitali o semplici rumori. L’effetto musicale è psichedelico. Quello emotivo è di riuscire a rappresentare buona parte del marcio che hai dentro e farlo andare via. Uno dei dischi più umani che ho sentito in quest’ ultimo periodo. Splendido.


Web site:


www.myspace.com/mattiacoletti


 


Marinaio Gaio presenta le altre date delle sue band:
















30 mar 2007


22.00



Chewingum @ Effetto Notte w/ Mr Brace


Misano / Rimini







7 apr 2007


22.00