THE DEATH OF ANNA KARINA

nuovo discoThe Death Of Anna Karina – Newsletter.
#0.gen.2005

Dopo due anni di attese ci siamo, nelle prossime
settimane esce  il tormentato secondo disco,
BAGHDAD/BAGDAD.

Tutto alle spalle niente alle spalle.

Un nuovo punto di partenza, o la nostra nuova testa? 
Tastiere barocche, ritmi lancinanti, chitarre
taglienti, e basta amore nei testi.

Siamo meno romantici, più dark-wave e cattivi di
prima.

Per gli affezionati, e la chiudiamo qua, esce in
aprile la ristampa americana in vinile dell’S/
d’esordio con nuova veste grafica…e ne avremo
qualche copia in banchetto, potete già ordinarla
all’etichetta di
NY (www.slaveunion.com).

BAGHDAD/BAGDAD è stato registrato durante l’anno nello
studio di Giulio Favero a Padova e remixato da Manu al
NaturalHeadQuarter, a Ferrara, negli ultimi mesi
dell’anno.

Heroine records e Boris ci aiutano per il cd, se
qualcuno vuole fare il vinile lo dica. Noi siamo qui.

I gruppi di riferimento: se il compianto John Peel
diceva “blood brothers, camera obscura, fugazi,
chinese stars e duran duran messi insieme”, oppure
“quando san diego va a correggio e non sa la strada”,
Ferruccio che è qui dice: “depeche mode del periodo
black celebration + dead kennedys +
ronnie james dio”.
Pace all’anima sua (dio, appunto).

Fra poco nuove maglie, oggetti vari per donna, e
www.thedeathofannakarina.com


Ah, la Tracklist del disco nuovo… niente tracklist,
tanto non serve…

Venite a vederci all’Atlantide (Bo) il 22 gennaio,
all’Aquaragia di Mirandola (Re)con The Vanishing (!)
il 5 febbraio, e poi faremo una specie di
presentazione-festazza. Poi.

Per ora e per sempre www.heroine.org

the meaning is decapitation.

The Death Of Anna Karina – Newsletter.
#0.gen.2005

Dopo due anni di attese ci siamo, nelle prossime
settimane esce  il tormentato secondo disco,
BAGHDAD/BAGDAD.

Tutto alle spalle niente alle spalle.

Un nuovo punto di partenza, o la nostra nuova testa? 
Tastiere barocche, ritmi lancinanti, chitarre
taglienti, e basta amore nei testi.

Siamo meno romantici, più dark-wave e cattivi di
prima.

Per gli affezionati, e la chiudiamo qua, esce in
aprile la ristampa americana in vinile dell’S/
d’esordio con nuova veste grafica…e ne avremo
qualche copia in banchetto, potete già ordinarla
all’etichetta di
NY (www.slaveunion.com).

BAGHDAD/BAGDAD è stato registrato durante l’anno nello
studio di Giulio Favero a Padova e remixato da Manu al
NaturalHeadQuarter, a Ferrara, negli ultimi mesi
dell’anno.

Heroine records e Boris ci aiutano per il cd, se
qualcuno vuole fare il vinile lo dica. Noi siamo qui.

I gruppi di riferimento: se il compianto John Peel
diceva “blood brothers, camera obscura, fugazi,
chinese stars e duran duran messi insieme”, oppure
“quando san diego va a correggio e non sa la strada”,
Ferruccio che è qui dice: “depeche mode del periodo
black celebration + dead kennedys +
ronnie james dio”.
Pace all’anima sua (dio, appunto).

Fra poco nuove maglie, oggetti vari per donna, e
www.thedeathofannakarina.com


Ah, la Tracklist del disco nuovo… niente tracklist,
tanto non serve…

Venite a vederci all’Atlantide (Bo) il 22 gennaio,
all’Aquaragia di Mirandola (Re)con The Vanishing (!)
il 5 febbraio, e poi faremo una specie di
presentazione-festazza. Poi.

Per ora e per sempre www.heroine.org

the meaning is decapitation.

news2.jpg