San Agustin ‘The Expanding Sea’

(Table of Elements 2003)

Se ne parlava da tempo e finalmente la Table of The Elements licenzia questo elegante box di 3 compact disc che fotografa gli show europei tenuti dal trio San Agustin (David Daniell e Andrei Burnus alle guitars e Bryan Fielden ai drums) nel 2001 insieme ai Presocratics. Quella dei San Agustin è una versione avanguardistica del post rock, capace di abbracciare e convogliare in essa scampoli di blues e di folk, di essere improvvisata così come ragionata ma soprattutto lirica e intensa. Hanno suonato con Mazzacane Connors e si sente; Fielden è innamorato del jazz e non fa nulla per nasconderlo; Daniell è uscito con un disco di elettronica su meme e quasi quasi gli si crede.
Tre cd, ognuno composto da due lunghe suite dal suono circolare che proseguono sul percorso tracciato dal precedente ‘Amokhali’: partono quiete e minimali e si caricano di elettricità man mano che ci si inoltra nel pezzo per poi concludersi nuovamente nella calma, quasi fossero la rappresentazione in musica di quel “mare che si apre” citato nel titolo. La ripetitività degli schemi, sappiamo, è un’arma a doppio taglio, tuttavia c’è qualcosa che riesce sempre ad evitare la noia. Sarà la liricità della musica o il senso di rilassatezza e di pace che trasuda, non saprei dire. Di certo è un bel risultato. Quanto di meglio ho ascoltato negli ultimi anni in ambito post-rock.

Voto: 8

Link correlati:San Augustin on All Music Guide

Autore: agguato@hotmail.com