Transient Random-Noise Burts With Announcements

“TRANSIENT RANDOM-NOISE BURSTS WITH ANNOUNCEMENTS”


 


autore: Stereolab


etichetta: Elektra


anno di pubblicazione: 1993


con: Duncan Brown, Tim Gane, Mary Hansen, Sean O’Hagan, Andy Ramsay, Lætitia Sadier.


 


La più fresca incarnazione pop degli anni Novanta ha preso le mosse da quel laboratorio di talenti che è stata la Too Pure, la stessa etichetta da cui è scappata fuori PJ Harvey, e si è praticamente generata dall’incontro dell’ex McCarthy Tim Gane con la deliziosa Lætitia Sadier, francesina il cui cantato vaporoso riporta in vita il nome di una vecchia stella come Françoise Hardy – soprattutto quando a essere dipinti sono quadretti bohemienne come Lock-Groove Lullaby, Crest, Pause e Pack Yr Romantic Mind. Ma questo è solo uno degli elementi, o aspetti, che contribuiscono alla creazione di quel patchwork così originale che è la loro musica. Certamente ci sono riferimenti a Terry Riley, ai Velvet Underground, agli United States Of America e ai Feelies, oltre a ciò v’è all’utilizzo in dosi massicce di vecchi almanicchi elettronici analogici, affiancato da quello dei moderni campionatori, e un recupero della kosmiche musik (sono stati fra i primi a effettuarlo in modo così palese: un brano fantastico come Jenny Ondioline, a detta di loro stessi, è ripreso in parte dai Faust e in parte dai Neu!). Tali elementi contribuiscono tutti alla riuscita di questo capolavoro che, in Golden Ball e Crest, presenta altresì schegge di memoria hendrixiana e doorsiana. Non pensiate però a qualcosa di disorganico: la particolarità della voce e una forte personalità come arrangiatori rappresentano i fattori che rendono la loro musica unica e inconfondibile. Transient Random-Noise Bursts With Announcements è un disco che, alla sua uscita, fu valutato molto tiepidamente ma che col tempo si è guadagnato un posto di rilievo fra gli indispensabili di fine Novecento. Quindi ha tutte le caratteristiche tipiche delle cose destinate a restare, non averlo è un delitto.