ElectroWave03

2003, nasce Elettrowave!


 


 Dal 3 al 5 luglio Arezzo Wave dedica ampio spazio alle culture elettroniche.


 


 


 


 


 


 


 


GLI ARTISTI


 


 


 


Ø  WAVE_LAB


Ø  SAVE THE WAVE


Ø  AREZZO WAVE NIGHTS


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


                                                  


 


 


2003, nasce Elettrowave!


 


 


Dal 3 al 5 luglio Arezzo Wave dedica ampio spazio alle culture elettroniche.


Dopo il successo di arezzo wave nights – 10.000 persone e 25 artisti nel 2002 – sarà Elettrowave a raccogliere l’eredità in questo vero e proprio “festival nel festival” che dà spazio alla “rivoluzione”  elettronica.


 


 


L’attenzione per gli artisti emergenti ha moltiplicato l’impegno per la selezione del resident 2003, al termine di un tour di sei date più la finale nazionale a Distorsonie, ci ha fatto selezionare in una vera e propria finale dal vivo anche i vincitori del concorso per vj e ci ha permessoper la prima volta di aprire ai web dj, miscelatori in tempo reale di mp3 con software dedicati.


 


La curiosità per l’evoluzione della musica ci ha portato nei poco esplorati territori della multimedialità presentando all’interno di elettrowave_labs nove progetti che uniscono in vario modo immagini e vere e proprie performance su lap top e macchine.


 


La  voglia di crescere e la fiducia dei migliori dj italiani ci ha permesso di spostare la nostra proposta notturna dal suggestivo parco del chiaveretto ad Anghiari agli spazi enormi e ben strutturati del centro affari di Arezzo raggiungibile con facilità da tutti gli altri spazi di svolgimento del festival.


 


Si celebra la nascita di un nuovo ciclo di eventi per migliaia di persone e decine di artisti a conferma della multitematicità di arezzo wave, nella speranza che attraverso la neonata Fondazione Arezzo Wave Italia anche l’elettronica italiana abbia una sponda plausibile per i propri progetti di espanzione internazionale.


 


Buon festival.
Wave_lab


 



3, 4 e 5 luglio


 


 


Tre pomeriggi, dalle 16.00 alle 19.00,  sotto il nome wave_lab, copriranno il settore delle performance multimediali con una serie di lap-top sets, video acts e sonorizzazioni. La location, la borsa merci di Arezzo, è un vero e proprio auditorium che una sala concerti ed il pubblico sarà immerso nei suoni e nelle immagini elaborate dagli artisti in tempo reale, con un approccio rilassato ed attento alla non facili proposte artistiche.


 


Il 3 tocca agli attesissimi Rechenzentrum, gruppo berlinese noto per le pubblicazioni su Kitty Jo e Milleux plateau, storiche etichette di area “glitch,” ed al lavoro sulla simbiosi possibile tra musica e video.


Nello stesso giorno il progetto di sonorizzazione Transits in e, con i video della newyorkese Raphaele Shirley, già al lavoro con il guru coerano Nam June Paik.


Spazio anche per Ether e Softly Kiking: i primi al lavoro su macchine e laptop ed i secondi come vj forti anche dell’eperienza di resident di Xplosiva. Presentano il risultato di un sodalizio nato nel 2002 proprio dopo la vittoria delle due formazioni dei relativi concorsi per dj e vj di Arezzo Wave, dj zone.


 


Il 4 l’associazione napoletana AVATAR 41°parallelo, network di artisti, labels e festival della florida scena partenopea presenta i primi frutti di un intenso lavoro di ricerca e promozione nel campo dell’elettronica più sperimentale.


La proposta vede la performance del microsounder Maurizio Martusciello, esperto ricercatore si suoni digitali, affiancato da Defrag Sound Processing e De Sincro, due progetti di rielaborazione digitale di strutture melodiche scomposte ed eccessive.


 


Il 5 aprono  l’ultimo pomeriggio i romani Ambit 3 ultima scoperta della romana Nature e già alla ricerca dello stesso successo toccato ai “cugini” Jolly Music. A seguire Joakim, dell’etichetta francese Versatile, la stessa di Chateau Flight, impegnato a presentare il suo nuovo album “Fantomas” con la sonorizzazione dal vivo di “La Chute de la maison Usher” film muto anni’20 diretto da Jean Epstein. Chiudono le tre giornate Ulrich Troyer e Claudio Sinatti. Il primo è un  musicista austriaco legato all’etichetta Mego; il secondo è un video artista milanese già membro di Sun Wu Kung, nota crew di vj ormai sciolta.


 


Spazio anche alla multimedialità su web con una serie di demo presentati e premiati nel corso dell’evento attraverso il nostro sito www.arezzowave.com.


 


 


 


Arezzo Wave Nights


 



4 luglio


 


Spazio all’elettronica ed alla dance, ovviamente, con tante novità.


La location sarà il Centro affari di Arezzo. Oltre  5000 mq  e ben tre palchi con largo impiego di allestimenti visivi.


Due i giorni, il venerdì 4 ed il sabato 5 luglio da mezzanotte alle prime luci dell’alba.


 


SAVE THE WAVE:


I dj italiani per Arezzo Wave !


 


Il 4 luglio ci sarà un vero e proprio evento: Save The Wave i primi Italian Open dj sets, progetto che nasce per dare un contributo concreto alla Fondazione Arezzo Wave Italia nella realizzazione dei vari progetti legati all’elettronica.


 


La formula è insolita: ci saranno tre consolle disponibili per altrettanti gruppi di cinque dj per tutta la notte, senza alcuna pianificazione dei cambi. In una sorta di jam session improvvisata nascerà una serata unica ed irripetibile.


 


La sala A, sarà caratterizzata da sonorità eterogenee e sarà aperta da un vero e proprio live di GONE, con l’eccezionale performance in voce di Joe dei La Crus.


Ai piatti si alterneranno


Claudio Coccoluto, forse il più noto dj italiano, Giancarlino – anima del Goa di Roma, Andrea Lai – della crew di Agatha, Roma, Fabio de Luca – voce di Weekendance,  su radio rai 2, Luca De Gennaro  – voce di Altafedeltà, su radio rai 2–per il palco con le sonorità più eterogenee;


 


La sala B avrà invece sonorità decisamente tech-house ed house con Ralf – colonna portante della club culture italiana, Alex Neri resident del Tenax di Firenze e membro dei Planetfunk, Stefano Fontana astro nascente dei dance floor internazioanli e fondatore del progetto Stylophonic, Lele Sacchi resident dei Magazzini Generali di Milano con la serata Jet Lag,  Giorgio Valletta della crew di Xplosiva, Torino.


 


Break beat e drum’n bass invece nella sala C con Alessio Bertallot di Radio Dj, Cocco & Afghan di Afun Rec.-Link drum’n bass arena, Maffia Sound System e Painè che ha appena licenzato l’album Spontaneus su Temposphere.


 



Arezzo Wave Nights


La notte internazionale !


 


5 luglio


 


 


 


Il 5 il parterre è decisamente di rilievo internazionale.


 


 


In sala A il giapponese Dj Krush, tra i più rispettati sperimentatori di hip hp elettronico, dividerà il palco con i newyorkesi Dalek, trio che riesce ad unire i contenuti stradaioli dell’hip hop alla ricerca elettronica alla Tiger Beat; chiudono lo stage i londinesi Plump Dj’s resident del mitico Fabric e titolari della Fingerliking, casa madre del broken beat internazionale. Ad introdurre questi ultimi Riccardo Petitti di Agatha. Vj d’eccezione per la serata DDG, Roma.


 


 


In sala B il linguaggio è quello della techno di Detroit: apre lo show ironico e colorato dei Detroit Grand Pubhas che uniscono la ruvidezza del suono techno a modaioli suoni elettro-pop; segue l’esibizione di Scan 7, un live duro e puro, direttamente da Underground Resistance, progetto collettivo di cui Trackmasta Lou era parte fondante.. Chiude la crew bolognese LED Dj’s animatori di quell’Link Electronic Department che ha avuto nello scorso inverno una stagione di altissimo livello.


 


 


La sala C è legata alla freschezza dei suoni house, tech-house ed elettro.


Aprono con Eclat, appassionati suonatori di deep house e minimal techno, ed a seguire Luca Baldini a.k.a Moody Preachers, progetto pubblicato su Adrenogroove e tra i preferiti di Mills e Garnier. Prosegue Dj Highfish, dj resident del WMF, club berlinese famoso per gli affollatissimi party nella capitale tedesca ma anche per un intenso lavoro di produzione e promozione del meglio della tech-house tedesca. Chiude la serata un set speciale a sei mani: Marco Passarani & Jolly Music, come dire il miglior talento  dell’elettro in Italia insieme al duo che ha varcato le frontiere nazionali partendo dalla scuderia Nature per poi raggiungere i mercati più lontani e difficili.


 



Arezzo Wave Nights


 



Dj Zone 2003


 


5 luglio


 


 


 


Spazio anche ai nuovi talenti del concorso dj zone: The Solbaron è il nome del progetto di Catania che si è aggiudicato il titolo di milgior dj produttore, Roberto Bardini, Complex Sound Force è il web dj selezionato in collaborazione con H-Uge mentre i vj resident saranno i romani Kinotek il 4 vincitori della sezione vj del concorso dj zone 2003.


 


Chill Out


 


Ma le suggestioni non saranno solo musicali, con un nuovo spazio per l’arte contemporanea, con i video dei padovani Tu M’, del milanese Francesco Mannarini e della newyorkese Raphaele Shirley – autrice anche dell’immagine di Elettrowave –  oltre ad una selezione di foto e video del progetto Logo curati da Punto G Icona contemporanea.


 


I visuals, con oltre 30 punti di proiezione slides e due di video proiezione saranno curati da Umberto Saraceni.


 


 


 


 


 


 


 


Coordinamento generale, Mauro Valenti


Direzione artistica, Dino Lupelli


Ufficio stampa, Gloria Peruzzi


 


Arezzo Wave Management


Tel 0575.401722 –


Info: elettrowave@arezzowave.com


 


Logo e grafica, Marco Sarno, Struttura Leggera Milano!