Wot ‘Handyman’

(Point Of View 2009)

E’ durata tre anni l’attesa per l’esordio sulla lunga distanza degli Wot, che ricordiamo nel 2006 uscire allo scoperto con un Ep autoprodotto (nel quale c’era già Better Than Tomorrow, traccia d’apertura di questo “Handyman”). I ragazzi hanno affinato la loro miscela a metà tra brit-pop e punk clashiano sempre con un occhio al dancefloor e il disco è ineccepibile, confezionato alla perfezione, veramente genuino. Ammiccante ma ruvido quanto basta per far felici gli indie-rocker nostrani e non solo, ma certo l’originalità non è di casa qui (unica traccia a lasciar ben sperare la conclusiva Seven). Mood sbarazzino e spruzzatine di elettronica innocua, se fossero nati in Inghilterra sarebbero già milionari, ma nell’asfittico mercato italiano per i catanesi non credo ci sia molto spazio. Lavoro non indimenticabile, senza guizzi particolari, diciamocelo (c’è anche la ballata d’ordinanza, la traccia numero 12 Gina). Da ascoltare in momenti di gioia con tanto di giornata assolata e temperatura primaverile.

Voto: 5

Link correlati:Wot Official Site