Tony Formichella & BaseOne ‘Not Too Long Ago’

(Point Of View Records/Halidon 2008)

Signori, giù il cappello. Siamo al cospetto del primo album a proprio nome da parte di Tony Formichella in 45 anni di carriera. Una carriera di tutto rispetto, nella quale, oltre ad aver suonato molto negli USA e in Sud America, ha prestato il suo sax, tra i tanti, a Rino Gaetano, Antonello Venditti e Little Tony, oltre che al cinema, in colonne sonore come ‘Maledetto il giorno che ti ho incontrato’ di Carlo Verdone.
Ed è un disco, questo, decisamente riuscito: con al fianco il fedele gruppo BaseOne (non ce ne vogliano i numerosi componenti se non li elenchiamo tutti, ma sono tanti… tanti e bravissimi), Tony dà fuoco alle polveri esprimendosi in tutti i linguaggi che ama e che gli sono congeniali: jazz, rhythm’n’blues, soul, funky, musica latina, blues, si fondono, si susseguono e si compenetrano dando vita ad un lavoro che, nella sua interezza, risulta davvero gradevole.
Nove tracce più una bonus track, dove è quindi all’opera un solista pieno di sensibilità e mestiere, accompagnato da un collettivo affiatato. Nei pezzi c’è tutto il mondo di Formichella: ritmi trascinanti ed evocativi (Africa), bei grooves incisivi (Perverso Blues, Jazz Time), matrici jazz (Saint Lawrence, con una bella sortita di Massimo Pirone al trombone), melodiche e notturne ballate colme di feeling (Not Too Long Ago, Blue Blues, Blue Melody, Star Light), un po’ di buon secco funk, incalzante ed implacabile (Shatto) e una rapida spruzzata di scatenato rhythm’n’blues con accenti growl da buon honker (Soul Blues). Ma attenzione, questa varietà stilistico-lessicale non sembri il frutto di una scelta artefatta, per accontentare un po’ tutti: questo è davvero un autoritratto, il diario di viaggio di un musicista di talento, alle prese con il racconto del proprio universo musicale dall’alto della sua piena maturità artistica.
Quindi, complimenti e in bocca al lupo a Tony Formichella e ai suoi amici, sperando di non dover attendere altri quarantacinque anni per goderci un altro album di quest’onesto, generoso e valoroso artigiano della musica.

Voto: 7

Link correlati:Sito Point Of View Records

Autore: belgravius@inwind.it