Panda Bear ‘Person Pitch’

(Paw Track 2007)

Il “panda” in questione altri non è che Noah Lennox, batterista e leader, assieme al chitarrista David Portner, degli Animal Collective, formazione di culto della post-psichedelia americana, titolare di dischi come “Spirit Thery’re Gone, Spirit They’ve Vanished”, “Danse Manatee” o “Here Comes The Indian”. “Person Pitch”, terzo album di Lennox, è una spettacolare commistione di pop, psichedelia anni ’60 ed elettronica.
Le armonie vocali di Comfy In Nautica, brano a cappella, rimandano chiaramente ai Beach Boys; e sempre a Brian Wilson guarda Take Pills, innestando, però, su un motivetto pop dalle venature psichedeliche smaccatamente sixties, loop sintetici; Bros, invece, parte innocua e si trasforma in una in una folle e sbrigliata giostra lisergica lunga 12 minuti. L’ipnotica ed eterea I’m Not e la disturbata litania elettronica di Good Girl/Carrots fanno da preludio a Search For Delicious, splendido esempio di incrocio tra spunti etno, elettronica e melodismo pop, il tutto per una lunghezza di quasi tredici minuti. A chiudere il disco, il delicato motivetto di Ponytail.
“Person Pitch”, dunque, è l’ennesima dimostrazione dell’immenso talento musicale di Lennox, capace di assemblare, attraverso solo sette brani, una piccola enciclopedia dello sperimentalismo pop. Uno dei dischi dell’anno.

Voto: 9

Link correlati:Panda Bear Home Page