Sleeping People ‘Growing’

(Temporary Residence/5ive Roses 2007)

Nonostante qualche indecisione nella formazione, dato che uno dei due chitarristi, Joileah Maddock, è entrato ed uscito più volte dal gruppo, finendo poi per partecipare al progetto conclusivo, “Growing” è un ottimo cd di post-rock. Tuttavia, il riferimento al post-rock non è definitivo ed assoluto, in quanto i californiani (sono di San Diego), che hanno potuto usufruire della collaborazione di Ben Moore ( Hot Snakes e Black Heart Procession) si dilettano anche a deragliare verso un math incerto.
Il sound che emerge da queste dieci tracce, infatti, è accostabile tanto alla frenesia ansiogena dei Don Caballero, quanto alla continua ricerca nevrotica dei Tortoise in adrenalina. In quasi tutto il cd, la tensione domina con un’indomita ricerca evolutiva, che permette al gruppo di cambiare continuamente registro stilistico, anche se la ritmica è costantemente tirata. I brani sono quasi tutti strumentali, tranne People staying awake, nella quale canta, in qualità di ospite Bob Crow.
Le durate dei brani sono assolutamente variabili, in quanto si passa dal minuto e 23 secondi della liquida Centipede’s dream ai quasi nove minuti delle continue insofferenze, in certi momenti punk-hc, di Mouth breeder, passando per una James spader che tra volteggi vari non lascia mai il tempo per respirare, così presa dall’ansia nevrotica e per le vibrazioni sfuggenti, liquide e screziate dell’ottimo post-rock, quasi assoluto, di Three things.

Voto: 7

Link correlati:www.myspace.com/sleepingpeople