Shuttle Service ‘Silk District’

(Ugly Dogs 2007)

Shuttle Service è Mauro
Martinuz
.
Shuttle Service nasce quasi per caso, una mostra
fotografica sull’archeologia industriale, l’esposizione
di un video sulla demolizione di un edificio storico di Castelfranco
Veneto, un video della durata di qualche ora; la necessità di
sonorizzarlo.
A disposizione, un archetto ed un delay, Shuttle
Service nasce in quell’attimo, sulle ali dell’impellenza.
Mauro
piace a Mauro, si prosegue, la tecnica si affina, esce un disco
(questo), la Ugly Dogs di Treviso elargisce lo spazio supporto fisico
(il cd).
Storia semplice, lineare si direbbe, ed il disco
com’è?
Semplicemente bello.
Di quella bellezza che
non ti chiede di esser attento, che non ti chiede di saperne tanto
più del vicino di pianerottolo, posizionata fra, deliquio/bava
post rock al quale, mozzata ogni propensione ritmica e velleità
sotterranea di esser mostro tecnico, non resta null’altro da
fare che esporre la propria filiforme anoressia alla luce del sole (e
goderne pacificamente).
Ma è anche ambient (minimale, sul
serio), di quella che non si pone troppe domande retoriche, e si
sbarazza del suo fardello concettuale all’ombra di un bosco al
tramonto (o all’alba; fate voi…).
Concezione dello
spazio figlia tanto del post, quanto dell’isolazionismo;
e dal bosco si vede arrivar in lontananza anche una sottile
nebbiolina lisergica.
Scheletro folk, pelle di Eno, faccia
da Main; scuotilo forte scorgerai i Codeine.
Bello,
contemplativo se vuoi, se vuoi puoi far altro e lui ci sarà
egualmente, non risolutivo ma, un amico che ti porterai dietro per
lungo tempo (cos’altro di meglio di questi tempi?).
Mauro Martinuz
è una di quelle capoccette isolate che a me piaccion
tanto (ed anche a voi in fondo), tanto fare; poco dire.
Ha
suonato nei post rock Asa Phelps, nel duo acustic/folk Lorca,
suona con gli MR60 (pop/folk che attizza l’interesse di
più di uno al momento), ha terminato il nuovo episodio di
questa creaturina bella e delicata che è Shuttle Service e,
organizza festival come il Nufest, Veniceurope,
Venetian Industries Festival, ed altra roba; più che
altro a Padova e Mestre/Venezia.
Tanto fare dunque, e tutto
di ottima fattura.
Le chiacchiere stanno a 0.
Fate la sua
conoscenza.

Voto: 8

Link correlati:www.uglydogs.it