Soft Machine ‘Grides’

(Cuneiform Records/Ird 2006)

La ristampa doppia (CD + DVD) dei caposcuola del progressive rock-jazz di Canterbury comprende delle registrazioni live del quartetto ‘classico’ (Dean al sax, Wyatt alla batteria e alle voci, Hopper al basso e Ratledge alle tastiere), quando il gruppo era al suo apice.

I documenti sono presi da due show, subito dopo l’uscita dell’album Third su CBS: il primo (sul CD) al Concertgebouw di Amsterdam (25 ottobre 1970) che include pezzi che andranno poi a finire su Fourth, versioni live dei primi album e un’inedito di Dean (Neo-Caliban Grides); il secondo (su DVD) filmato nel 1971 negli studi di Radio Brema in Germania.

L’album è incentrato su Dean, il sassofonista che nel 1972 lascerà il combo per intraprendere la carriera solista. Nelle tracce della ristampa risaltano la deriva free, contaminata inevitabilmente dal progressive rock e l’apporto fondamentale che il musicista dava nelle sessions del gruppo. Il doppio album documenta l’attività live di uno dei gruppi che ha cambiato più volte organico nella storia del rock-jazz. È quindi una traccia importante per capire le direzioni verso cui andava il rock di quegli anni. Indispensabile per i fan, opinabile per i neofiti.

Voto: 7

Link correlati:Sito etichetta

Autore: taffey6977@gmail.com