Puttanesca ‘Puttanesca’

(Catasonic 2007)

Non tutti i gruppi dopo dieci anni dalla formazione riescono a sfornare un esordio convincente. I Puttanesca, invece si. Formatisi nel 1996 a Los Angeles, Joe Baiza (chitarra elettrica), Weba Garrestson (voce), Ralph Gorodetsky (basso) e Wayne Griffin (batteria), dopo aver fatto i primi concerti, interruppero la oro attività, in seguito ad un incidente razzista, nel quale Baiza si ruppe una mano. L’anno scorso, per fortuna il quartetto ha deciso di incidere il suo esordio.
Gli undici brani contenuti sono strutturati su un solido funk-jazz su cui la Garretson esprime tutte le sue ammalianti doti vocali, c’è da considerare che è anche una cabarettista. Tuttavia, se la base è il funk-jazz, i quattro californiani non disdegnano deviazioni verso il jazz ambient e soffuso di Shift o il funky sensuale di Here I come. Fruit filled pancake è strutturato intorno a degli intrecci blues ed in Firecracker girl è piacevole lasciarsi trasportare dai fraseggi di chitarra di Baiza, mentre Watch out è piuttosto convulsa, tanto da deviare verso un jazzcore aristocratico.
Il finale è affidato alla cover di Captain Beefheart Lick my decals off, baby nella quale viene ricalcato il tono greve, seppure in maniera libertaria come sicuramente piacerà all’ormai ex Cuore di Bue.

Voto: 8

Link correlati:puttanescatheband@myspace