Nero N. 6

 

 

 

 

 

 

 

 

Di Marco Paolucci

uccio12@hotmail.com

Sesta uscita per il free magazine bimestrale Nero. Disegno in copertina cinico quel tanto che basta e ad iniziare l’assaggio l’articolo/intervista a Matthew Yeeking musicista smanettone votato alla ricerca di un’anima nei computer. Si continua la degustazione con l’intervista al duo di performer/audioartisti americani Neurotrasmitter (www.neurotransmitter.fm) che eseguono/rendono pubbliche la ricerca e la verifica dei macchinari per le trasmissioni radio inseriti in azioni pubbliche e  audioistallazioni. Il tutto volto al tentativo di riappropriarsi dello spazio come perimetro espandibile e modulabile di comunicazione localizzata e molare. Altra intervista a Mauro Zanda, autore del volume ‘Back In Black’ uscito per la Tuttle Edizioni-Blow Up, esempio approfondito di analisi culturale sull’hip hop americano e i sui miti/demiti. Si prosegue il pasteggio con l’intervista verità al ricercatore J. C. Wheeler sulla teoria del controllo mondiale mediatico e dialettico che si interseca con un inciso/articolo dedicato alla ristampa della storica e da tempo irreperibile compilation ‘No New York’.  Si prosegue con la bella intervista a Carlo Cannella, figura storica del punk hardcore ascolano oltre che italiano, autore di una storia/autobiografia su quella scena dagli esordi negli anni ottanta anni fino ai giorni nostri. Ci si approssima alla conclusione con un interessantissimo articolo sull’artista Lynn Hershman e la sua performance durata nove anni sulla creazione del suo doppio Roberta, creazione che continua a  vivere/convivere con l’autrice come lato oscuro, doppio io che una volta furori(uscito) non scompare ma prepotentemente si interseca con l’artista. Chiusura di rigore e di dovere affidata alle recensioni audiocartacee.   

www.neromagazine.it