Velvet Score ‘Youth’

(Black Candy/Audioglobe 2004)

Ho apprezzato la sicurezza di questi Velvet Score, quartetto toscano, e la decisione con cui hanno portato in fondo il loro stile di musica. Indubbiamente il loro alt rock ‘postato’ con qualche accellerazione rumorosa e influenze pop qui e lì può essere facilmente apprezzato dai fan del genere, e al primo ascolto rimangono già piuttosto piacevoli.
Purtroppo però la sopracitata sicurezza alla fine si paga, con un album che alla lunga suona un po’ troppo presuntuoso nei confronti dell’ascoltatore. Oddio, di sicuro la cura negli arrangiamenti si sente, e per essere un debutto di sicuro siamo di fronte ad un prodotto di qualità. Dunque è un peccato, perché con qualche accorgimento qui e lì non ci sarebbe stato bisogno di farsi tanti scrupoli nel riascoltare “Youth” una seconda e terza volta.
Per esempio, la canzone che dà il titolo all’album è indubbiamente interessante nei primi 5 minuti e così pure Suzie & Leo Will Marry Tomorrow si fa ascoltare molto tranquillamente.
Alla fine dei 51 minuti però la distrazione è superiore alla media di album simili, il che non depone a favore dei Velvet Score. Alcune melodie sono indubbiamente piuttosto intriganti, ma altre suonano piuttosto banalotte e così certi temi dei pezzi (ripromettersi di non fare più errori in Summer Exists part.1, e poi arrendersi in Summer Exists part.2). Inoltre non mi è piaciuta per niente la scelta, o forse il caso, di anteporre la musica rispetto alla voce, e dunque ai testi che ho trovato comunque piuttosto carucci. Per fortuna non succede sempre, ma spesso seguire le liriche sarà una vera e propria impresa; non averle sottomano poi significa ovviamente perdersi il 90% delle parole. Avrei preferito un tutt’uno più potente e bilanciato, piuttosto che degli altalenanti alti e bassi che possono appunto lasciar pensare ad una ‘filosofia’ oppure ad una pura casualità nella produzione del disco.
Comunque per i fan del genere qui siamo di fronte ad un gruppo da ascoltare e da seguire con attenzione, per gli altri aspetterei eventuali seguiti.

Voto: 7

Link correlati:www.audioglobe.it