Xiu Xiu ‘Fabulous Muscles’

(Tomlab/Wide 2004)

Gli Xiu Xiu (pronuncia sciù sciù) sono stati spesso etichettati alla voce post rock. Premesso che ogni etichetta lascia il tempo che trova e che gli Xiu Xiu sono quanto di più sfuggevole ci sia a ogni definizione, bisogna chiarire che post rock nel loro caso va inteso non tanto come corrispondente di prolisse trame chitarristiche (alla Mogwai per intenderci), quanto di superamento del rock per approdare a una forma altra, sperimentale e mutevole innanzitutto, che prosegue idealmente il discorso della new wawe più all’avanguardia. Post wawe dunque, più che post rock. In particolare il gruppo di Jamie Stewart sembra prendere le mosse dalle premesse dei Joy Division, per aprirsi a un contesto più ampio in cui esplicare tutta la loro sfrenata creatività in una maniera molto vicina per attitudine a quella di band come Tuxedomoon (ancora anni 80). Le atmosfere decadenti e la voce di Stewart, perennemente in tensione, costituiscono le linee portanti di un quadro dove si innestano loop, sintetizzatori, feedback, tapes, effetti elettronici e Dio sa cos’altro. ‘Fabulous Muscles’ è il disco in cui ad ogni traccia non si sa mai cosa aspettarsi, è il disco in cui si scoprono cose inedite e particolari nascosti ad ogni nuovo ascolto. Come avrete già capito si tratta di roba ostica, ma in grado di ripagare l’ascoltatore (preferibilmente paziente e intellettualotto) grazie alle molteplici soluzioni che riesce ad offrire.

Voto: 7

Link correlati:sito della band