AVOSTANIS 2003

ORELEDIVERI









 


AVOSTANIS 2003


Agriturismo ai colonos
Villacaccia di Lestizza (Udine) Friuli
ITALIA


ORELEDIVERI


E’ la seconda tappa del progetto triennale di ricerca sul paesaggio sonoro promosso nell’ambito di Avostanis con la direzione di Renato Rinaldi e in collaborazione con il PIC-Progetto Integrato Cultura.
Nella scorsa edizione è stato documentato il lavoro di 16 artisti internazionali impegnati nell’esplorazione delle relazioni tra suono e paesaggio, che avevano inviato le loro opere senza conoscere il luogo in cui sarebbero state presentate. Questa seconda edizione propone tre concerti/installazioni, attraverso i quali alcuni musicisti internazionali sono stati invitati a mettersi in gioco e confrontarsi direttamente con il paesaggio sonoro in cui viviamo.
Proseguirà inoltre l’attività seminariale di ricerca e approfondimento su questo tema, già avviata l’anno scorso.


Lunedì 18 di agosto, h 20.30       
Inscape
instalazione/concerto
Eric la Casa e Jean-Luc Guionnet (France)  
        


I musicisti francesi Eric La Casa e Jean-Luc Guionnet lavorano assieme da 5 anni, specializzati nello studio e nell’ascolto degli ambienti sonori, realizzano in loco progetti musicali originali costruiti con i materiali sonori presenti sul posto.
I suoni captati, registrati e rielaborati sono il prodotto della particolare geografia e della storia di un ambiente specifico, che ha una propria identità. Grazie all’esplorazioni delle sue qualità “musicali” il luogo del concerto è al centro  di un’azione che ne consente la ri/scoperta attraverso l’ascolto.



Giovedì 21 di agosto, h 20.30       
lake hits the ocean
HAZARD-Benny Jonas Nilsen (Svezie)


Il giovane musicista svedese Hazard si occupa dei suoni della natura e dei suoi effetti sull’essere umano attraverso l’esperienza sonora. La sua poetica può essere riassunta in due parole: natura e tecnologia. Nei suoi concerti dal vivo utilizza solo un computer portatile con un risultato però assolutamente originale, assumendosi la responsabilità di manipolare fenomeni naturali e mettendo in evidenza l’impatto che l’uomo, in tutte le sue attività, ha nei confronti della natura.
In molti dei suoi lavori Hazard utilizza registrazioni del documentarista inglese Chris Watson, mentre per il progetto ‘lake hits the ocean’ (il lago colpisce l’oceano) si servirà di registrazioni subacquee fatte da lui stesso.


Giovedì 28 di agosto, h 20.30   
the elusive tail
Akio Suzuki


Akio Suzuki é un artista che lavora su e con i suoni. Viene appositamente dal Giappone, dove vive e lavora, per proporre una performance in cui egli si inventa sonorità e allo stesso tempo si concentra su quelle che lo circondano. I suoi interventi all’aperto si basano sull’aura del posto, ossia sulle sue qualità intrinseche. 
Mentre noi nella realtà quotidiana contemporanea abbiamo l’abitudine di percepire il mondo prima di tutto con il senso della vista, Suzuki ci invita a riscoprire la realtà attraverso l’udito.


Venerdì 29 e sabato 30           
la musica dei luoghi
seminario  cun Pierre Mariètan, Albert Mayr e Akio Suzuki


Albert Mayr affronta  il tema dell’Ecologia Acustica sia in una prospettiva storica, attraverso l’analisi del lavoro svolto dal World Soundscape Project  negli anni ’70 (guidato da R.M.Shaffer autore del concetto di paesaggio sonoro prima inesistente), che artistica con le ripercussioni che l’apparizione dei concetti di Ecologia Acustica e Paesaggio Sonoro ha avuto sull’attività di artisti e musicisti contemporanei. Pierre Marietan propone un’approccio compositivo al paesaggio sonoro, partendo dalle pratiche d’ascolto si arriverà ad un’azione di intervento strumentale nel luogo. Akio Suzuki parlerà delle sue più recenti installazioni.


Orari:
-dalle 10:00 alle 13:00
-pausa pranzo-
-dalle 15:00 alle 18:00


Coordinamento : Renato Rinaldi               
Per informazioni e iscrizioni  e-mail:
oreledigneur@libero.it
Quota di iscrizione, compresi due pasti: 50 Euro  


 


Renato Rinaldi
Loc. Medves 72
33046 Mersino alto (UD)
Tel ++39 0432 726448
Italy


oreledigneur-