Raffaele Serra: Digital Avatar

Sono sgomento… Ho appena finito di ascoltare il CD-R e non ho la più pallida idea di quali parole userò per farne la recensione, così decido di cominciare a scrivere senza pensarci troppo su… La parola più adatta a descriverlo forse è “Capolavoro”, ma anche questo termine mi sembra riduttivo… “Digital Avatar” è qualcosa di più… In genere cerco di evitare espressioni troppo enfatiche, ma questa volta stento a controllarmi… Ogni autore, nella vita artistica, ha il suo momento di maggiore creatività, il culmine dell’ispirazione, l’istante in cui trova l’equilibrio perfetto tra sè stesso, gli strumenti, la musica, e il mondo che lo circonda… Il mio entusiasmo nasce dal fatto di essere convinto che Raffaele sta vivendo esattamente adesso questo momento, e tale entusiasmo si trasforma poco dopo in una sorta di inquietudine, nel chiedermi se in futuro un simile miracolo potrà ripetersi… Ma perché rovinare un momento così magico pensando già al futuro? Procuratevi e ascoltate tutto d’un fiato il disco più bello che io abbia potuto ascoltare in questi ultimi anni… Lasciatevi trasportare dalle trame ora più elettroniche ora meramente acustiche che vi offre il CD-R, lasciatevi deliziare dall’incantevole suono del Santur e dalle ipnotiche progressioni ritmiche, ora di natura sintetica, ora squisitamente concrete e materiali come quelle provenienti dal suono delle Tablas… Lasciatevi cullare dal suono teso ed evocativo dei tappeti elettronici, laddove la musica sembra cercare un momento di introspezione, di stasi meditativa… Non perdete questo disco per nessuna ragione al mondo, perché è un disco che merita di restare, e sono certo che resterà, nella storia della musica elettronica internazionale…

Voto: 9

Link correlati:Pagina Web ufficiale di Raffaele Serra

Autore: oltreilsuonomail@tiscalinet.it