Intervista The Hope Conspiracy

Una miscela di hardcore/rock n roll oscuro e pesante, e’ possibile?Quella che segue e’ un’intervista fatta con Jonas, bassista dei bostoniani The Hope Conspiracy, effettuata tramite e-mail con la mediazione di Marco della Join The Team Player Records.
Per maggiori informazioni e links vi rimando alla recensione del loro ultimo ep “File o3” in homepage o alla categoria Recensioni. Ok spero che troverete interessante cio’ che leggerete……

Come defineresti il vostro sound?

Lo definirei come una miscela di hardcore/rock n roll oscuro e pesante, e’ possibile? Non intendo rock nel senso di essere eleganti, portare occhiali da sole, pantaloni di pelle, leccare le aste dei microfoni e stronzate del genere ma rock cioe’ suonare trascinanti canzoni uptempo….vero rock and roll. Siamo abbastanza heavy credo ma lontani dal metal, secondo me non siamo nemmeno metal core: uno dei termini con cui siamo definiti che mi piacciono di meno, ha ha.

In ” File 03 ” ho trovato due differenti anime: una “rockish” (Love Goes Unpunished) e una “evil” (Escapist). Qual’e’ la vera essenza dei THC?

La nostra vera essenza e’ ancora da trovare, veramente. Le nostre nuove canzoni sono un po’ tutte e due e magari e’ proprio questo che siamo veramente! Credo che in esse ci siano meno parti mosh ma sono ancora abbastanza dure. Una delle recensioni piu’ belle che ci hanno fatto e’ una in cui venivamo definiti un mix tra Helmet e Black Flag. E’ dannatemente fico ( e azzeccato spero!?!?) .

Quali sono le bands da cui vi sentite influenzati e quelle che secondo te vale la pena ascoltare adesso?

Unbroken, Damnation A.D., 108, Lifetime, Refused, Turmoil, Helmet, Bad Brains…altre cose non hc come Social Distortion e gli Smiths ci hanno influenzato molto. Attualmente per qualche ragione non sento il bisogno di ascoltare tutte le ultimissime hardcore bands. E’ una seccatura. Comunque ci sono ancora bands che suonano adesso che amo: Converge, Bane, American Nightmare, Count Me Out, The Suicide File, Over My Dead Body, Holding On, Sick Of It All, Glassjaw, etc etc etc, bla bla. Ci sono anche grandi non core bands che ho ascoltato recentemente: questa band chiamata Shiner, Ride, Suede, Sonic Youth, Nine Inch Nails, Third Eye Blind….amo la musica. 

State lavorando al vostro prossimo full-length? Potete darci qualche anticipazione?

Andremo a registrarlo il mese prossimo a New York con Dean Baltulonis e Matt Henderson. Siamo molto eccitati di sfornare del nuovo materiale! Le nuove canzoni continuano il discorso che “No Love Goes Unpunished” ha lasciato in sospeso. Nel complesso il nuovo lavoro e’ abbastanza intenso e diretto. E’ oscuro, e’ pesante, e’ punk anche piu’ delle canzoni vecchie; penso che le nuove canzoni spaccano piu’ di ogni altra nostra cosa. Sara’ fuori a Settembre per la Equal Vision Records.

Parlami dei testi, volete diffondere un messaggio in particolare?

Kevin (il cantante-nda) scrive tutti i testi, non posso veramente spiegarne nessuno. Non abbiamo un messaggio, non siamo una band straight-edge o vegan o magari politicizzata. Posso dirti che Kevin scrive delle sua esperienza di vita, cosi com’e’.

Cosa pensi dello stage-diving?

Sai cosa non sopporto? Quando lo fanno i tipi grossi. Non mi sembra ok che uno di 100 kg salti sopra la testa di qualcuno pero’ lo stage-diving, se fatto a modo, puo’ essere veramente bello da vedere e anche un sacco divertente da fare.

Ho sentito che state venendo in Europa per un tour.Qualche data in Italia? Vi piace l’Italia?

Sfortunatamente non verremo in Europa fino ad autunno. Abbiamo dovuto posporre per problemi di passaporto, c’e’ dispiaciuto molto ma non vediamo l’ora di partire. Spero di suonare in Italia, non ci sono mai stato. Molti dei piatti che mi tentano a smettere la dieta vegan sono italiani e “Il Padrino” e’ uno dei miei film preferitida sempre-sono certo che amero’ l’Italia!

Conosci qualche gruppo italiano?

Onestamente? Neanche uno.

Quali sono le differenze, se ce ne sono, tra il pubblico americano e quello europeo?

 mai fatto un tour in Europa, non posso rispondere ma molte bands con cui ho parlato dicono che suonare in Europa ti fa sentire molto piu’ apprezzato…

Per finire di’ quello che vuoi ai lettori di Kathodik….

ai lettori di Kathodik: Diego e’ un bravo ragazzo, ci ha fatto fare un’intervista….siate carini con lui e anche con Marco e Ivonne della Join The Team Player che ci hanno aiutato ad uscire col disco. Accendete i vostri computer e andate al sito www.thehopeconspiracy.com troverete sempre tonnellate di info e aggiornamenti….poi ,per favore, ascoltate il nostro ep “File 03” su Join The Team Player Records e il nostro nuovo Lp che uscira’ quest’autunno per la Equal Vision Records…

Accorsi Diego