Satantango ‘Dice Not Included’

(Wallace Records/Audioglobe Distribution 2008)

La terza prova dei padani (nel senso buono del termine, chiaramente) Satantango li trova intenti a continuare imperterriti la loro strada di noise sbluesato, riunendo antiche PJ Harvey, psichedelie leggere di vario tipo e una voce quasi da Riot Grrl.
Prodotto sempre dal fido Fabio Magistrali, il disco si comporta piuttosto bene, non prendendo grossi rischi ma piuttosto semplificando la costruzione delle canzoni e sbagliando giusto un paio di volte.
Personalmente ho gradito Like a Match, dove sembrano quasi delle Hole con i coglioni delle Breeders, la relativamente tranquilla Gold Fish/Silver Lake; di gran livello l’interpretazione vocale.
Ho gradito un pò meno la parte più strumentale/sperimentale dell’album, che inizia con Silver Lake; non sembra così convinta come ciò che l’ha preceduta. Comunque dura poco e si riparte più sul classico con la discreta Ruben.
Ma è sulla traccia finale che possiamo tirare un sorriso (addolorato, chiaramente), Red Tears è un esperimento di noise controllato ben riuscito, condito da deliziose cialde di organetto anni ’70 e un’altra interpretazione vocale davvero memorabile.
Per quanto poi molti abbiano detto magnificenze dell’artwork, personalmente non posso dir nulla visto che noi poveri sfortunati ci siamo presi una copia promo con una mera fotocopia della copertina.
“Dice Not Included” è un ottimo disco, una produzione che sull’italica penisola al momento non ha proprio pari; il noise sbluesato andrà anche di moda, ma i Satantango ne fanno una ragione di vita e di sofferenza a cui non possiamo non piegarci e credere con tutte le forze. Consigliato.

Voto: 8

Link correlati:Wallacerecords