Notanumber ‘Lost in words’

(Autoproduzione 2006)

Dico la verità: appena aperto il cd e visto che si trattava di un gruppo italiano ho storto un pò il naso…
Ma ho dovuto presto ricredermi…
Eh si, perchè i Notanumber sono un gran bel gruppo e il loro cd è davvero interessante…
Ritmi incalzanti, ma mai ripetitivi; riff di chitarra interessanti, voce a volte melodica, a volte graffiante; cambi di velocità, di senso musicale…
Qualcosa di inaspettato insomma, senza contare che da chitarrista ho sentito dei motivi solistici davvero interessanti…
In particolare ho apprezzato la traccia sette, davvero bella, dove si passa dalla durezza del metal alla dolcezza di ritmi più morbidi avvolti da tastiere oniriche…
Con una chitarra che ricama melodie di sottofondo…
Insomma che dire: quando vogliono picchiare, picchiano a mille, quando vogliono fare piccoli capolavori li sanno fare, io non posso che dire che è un cd da ascoltare con attenzione, chissà che un giorno diventino qualcuno…
In quel caso ricordatevi di me!!!

Voto: 9

Link correlati:notanumber site

Autore: recensione@libero.it