Uzi & Ari ‘It Is Freezing Out’

(Own Records/Five Roses 2006)

L’énsemble statunitense guidato dal carismatico Ben Shepard giunge al secondo album, dopo l’niziale positiva esperienza di ‘Don’t Leave In Such A Hurry’ (2005) . Il mood che permea le composizioni della band (a quanto pare però è tutta farina del sacco di Shepard) si mantiene sulla falsariga del precedente, a cavallo tra la bianca malinconia invernale e i primi sprazzi di rinnovata energia primaverile. E così intermezzi acustici (Soggy Snow Shoes) o di cantilene che fuoriescono da innumerevoli carillons lasciano spesso e volentieri libero sfogo alle chitarre, che in alcuni passaggi riportano alla mente le tipiche sonorità di gruppi come Mum, Mogwai e di certo shoegazing. Da segnalare Don’t Black Out e Asleep In Armor: quasi imbarazzante la somiglianza del cantato di Shepard con quello del ben più noto Thom Yorke (la prima metà della sopracitata Don’t Black Out potrebbe benissimo essere scaturita da un’outtake di ‘The Eraser’). Un difetto, a mio vedere, più che un pregio

Voto: 5

Link correlati:www.myspace.com/benshepard