Thrangh ‘Il Castigo Esemplare’

(Autoproduzione 2005)

Il grande interesse per la scena jazz-core continua imperterrita a mietere nuove vittime come testimoniato dall’esordio di questi Thrangh. Naked City, Pin Pin Sugar, Squartet, Zu, Flying Luttenbachers, Splatterpink; non si contano più le formazioni ad essersi esibite sotto la ragione sociale del jazzcore, e ultimo in questo caso è il quartetto romano, il cui ‘Castigo Esemplare’ è una session unica suddivisa in nove tracce in cui sono rintracciabili i fondamenti di un progressive amalgamato agli esperimenti Zorniani da una parte e una buona dose di jazz rock propriamente detto. Molto più rock che jazz a dire il vero. Difatti rimangono buoni gli spunti più genuinamente rock (settima traccia e nona traccia) che non quelli dove provano ad incastrarsi in ogni modo come gruppo jazzcore (la prima traccia soffre pericolosamente di mancanza d’ispirazione tirata per capelli e ogni cosa a portata di mano per non cadere). Siamo lontani da toni entusiastici, se non per l’ottimo lavoro svolto dal sax, probabilmente unico punto che tiene saldo il lavoro dei Thrangh all’isola del jazz.

Voto: 5

Link correlati:Thrangh

Autore: pickwock@hotmail.com