Otomo Yoshihide + Logos

Latina, teatro comunale ridotto 14 Settembre 2003, ore 21,30


Latina, teatro comunale ridotto 14 Settembre 2003, ore 21,30


Otomo Yoshihide + Logos
radical-structured improvisation
unica data italiana!

OTOMO YOSHIHIDE CHITARRA ELETTRICA & TURNTABLES
DAVIDE GROTTELLISAXES & SAMPLER //PAOLO CAPASSO, VIOLONCELLO & SAMPLER // EUGENIO BECHERUCCI, CHITARRA // CRISTIANO BECHERUCCI, PIANOFORTE E OGGETTI SONORI // ANTONIO ZITARELLI, BATTERIA E PERCUSSIONI

Da questo incontro è lecito aspettarsi le scintille: Logos è un nucleo compatto di musicisti performer uniti dal gusto per la provocazione più irridente ed estrema. Militanti della scena improvvisativa, sul campo da vent’anni alle prese con le strutture complesse della musica contemporanea eurocolta come con le più spregiudicate manipolazioni di stereotipi musicali in chiave meta-linguistica. Negli ultimi tempi hanno sondato a fondo i rapporti tra tradizione colta occidentale e pop, tra avanguardie e sovrapposizioni stilistiche.

“Un fabbro folle….Un alchimista che forgia nuovi suoni campionando, tagliando e cucendo, lavorando all’incrocio di molte musiche possibili. Un torturatore di note nascosto in un animo delicato. Un appasionato di jazz con l’attitudine punk e la passione dell’entomologo.Il più raffinato (r)umorista dell’epoca oderna.”

Improvvisatore, chitarrista, manipolatore di dischi, compositore, Otomo Yoshihide è una delle figure più significative della musica di oggi: da sempre interessato all’elettronica, ha iniziato a suonare in gruppi rock per poi subire il fascino del free jazz e della musica etnica. Tra le sue tante partecipazioni e progetti, a partire dagli anni ’90 spiccano il gruppo Ground Zero, la Double Unit Orchestra, il Sampling Virus Project, il trio I.S.O., e l’incredibile Jazz Quintet che ha inciso i suoi dischi per la popolare etichetta Tzadik di John Zorn. Illustri incisioni e collaborazioni con lo stesso John Zorn, Jon Rose, Bob Ostertag, Chris Cutler, Christian Marclay…

Per info visita: www.newtonfest.net