Uscite Video Luglio

Dopo un bel bagnetto al mare (honorum) relax con un bel video. Niente male come programma per st’estate… che ne dite?

APRIMI IL CUORE  Filmaccio di e con Giada Colagrande, che fa la mignotta e lesbica con la sorella minore Natalie Cristiani. Iniziamo bene…

LE AVVENTURE DI PLUTO NASH  Siamo nel 2087. Eddie Murphy (ancora!), che non fa una lira ai botteghini da anni, qui è titolare di un night lunare (sob!) ed è alle prese con un mafioso che si comporta da stronzo. Il Riina idiota dello spazio. Per cortesia…

BLUE CRUSH  Il blue del titolo è il mare. Il crush è il botto che fa la surfista Kate Bosworth nella gara più pericolosa del mondo. Per amanti del surf, ma forse neanche per loro. Inedito Universal.

BORDERLINE  Gina Gershon (la lesbica bona di Bound) è una psichiatra che si occupa di pericolosi detenuti. Però, originale! Inedito Warner.

UN BOSS SOTTO STRESS  Robert De Niro (basta!) e Billy Cristal si ritrovano per questo sequel (il predecessore era Terapie e pallottole), che ovviamente non ha visto nessuno.

IL CUORE ALTROVE  Annunciato per luglio, ma secondo me esce il 7 settembre. Vedremo chi avrà ragione. Un giovane insegnante, timido e impacciato, si innamora di una cieca bolognese. Dopo la cieca di Sorrento, la cieca di Bologna. Comunque buon successo di critica e di pubblico. Io l’ho visto, non mi è parso un capolavoro.

L’IMPORTANZA DI CHIAMARSI ERNEST  Per conquistare Frances O’Connor, nobildonna ossessionata da quel nome, Colin Firth finge di chiamarsi Ernesto. Il coglione destro. Remake del film del ’52 con Michael Redgrave che era un’altra cosa. Qui ci sta Rupert Everett. Dio mio…

INDAGINI SPORCHE  Il grande Kurt Russell tra la feccia e tra i poliziotti corrotti di Los Angeles. Le idee latitano, il povero Kurt le avalla. Lasciate perdere…

INSPECTOR GADGET 2  Due? Pure il due? E senza Matthew Broderick! Qui il protagonista è tal French Stewart. Non fatemi bestemmiare…

LONTANO  Per me è un grande. Parlo di André Techiné, regista d’oltralpe che (mi) ha regalato alcuni gioiellini (L’età acerba, Niente baci sulla bocca…).   Lo consiglio, ma non fa per tutti.

LUCIA Y EL SEXO  Grandissima pornocommedia con un’inedita protagonista, la spagnola Paz Vega che si rifugia in un’isola del Mediterraneo per… trombare. Grande trama, grande finale idiota e la Vega è superbona e generosissima. Da Cecchi Gori. Uscito anche, per troppo poco tempo, al cinema. In cassetta dal 7 agosto. E allora che cazzo l’ho messo a fare a luglio?

MIA MOGLIE E’ UN’ATTRICE  Commediola simpatica di e con Yvan Attal, qui sposato con l’attrice Charlotte Gainsbourg (la figlia di Serge e di Jane Birkin) che comincia a dare in escandescenza a causa del mestiere della mogliettina. Dalla Medusa via Lucky Red. Dal 23 luglio.

IL PIANISTA   Finalmente è uscito. Annunciato a febbraio, è uscito il 2 luglio. Però, puntuali. Successone di Polanski meritato e strapremiato in cui si racconta la storia del pianista ebreo Wladyslaw Szpilman, in fuga dal nazismo. Grande film della bellezza di 144 minuti. Da non perdere.

POCO PIU’ DI UN ANNO FA  Piccolo grande gioiellino della Lantia uscito in 4 sale a marzo che narra la storia di Riky Kandisky (Marco Filiberti, anche regista), rampollo di buona famiglia, che decide di diventare un celebre pornodivo gay. Non è un capolavoro, ma lode al coraggio della trama. In cassetta dal 16, via Eagle. Nel cast anche Rosalinda Celentano, che non è male, ed Erika Blanc, che non era male negli anni Settanta.

PROVA A PRENDERMI  Si, sotto con la macchina. Magari. In un colpo solo Di Caprio e Tom Hanks. E di retromarcia anche Steven Spielberg. Storia risaputa del trasformista delinquente Frank Abagnale. Due ore e un quarto, troppo. C’è a chi è piaciuto. L’ultimo film di Spielberg decente, se non l’unico, per me, è Schindler’s list. Ma non faccio testo. Giudicate voi.

THE QUIET AMERICAN  Il povero (ma grande!) Phillip Noyce, racimola i resti di Michael Caine e di Brendan Fraser per catapultarli nella Saigon del ’52 e fargli fare i corrispondenti del Times di Londra. Ma una giovane vietnamita in cerca dell’ american bird combinerà un bel pasticcio. Non lo ha visto nessuno.

RED SIREN  Prima o poi ricapita. Che cosa? La soddisfazione di insultare Asia Argento. Meno male che continua a far film (non si sa per chi e perché) così io continuo a offenderla. Giustamente, però. Guardatevi questo film. Una dodicenne accusa sua madre di omicidio (e già qui si ride…), poi scappa imbattendosi in un killer di un gruppo d’azione antifascista (da tenersi la pancia…) con cui arriverà fino in Portogallo (ma vaffanculo, va!). Si passa dal ridicolo involontario alla noia vera e propria. E dura pure 118 minuti, che sembrano raddoppiati. Non è peggio di XXX, anche perché è pressoché impossibile, però è sulla buona strada. Dal 23 luglio. Mi raccomando…

SECRETARY  Uscito il 2 luglio, quindi sta già sugli scaffali e vi aspetta. Ma non in senso ironico, anzi. Questo è un bel film, dalla trama curiosa. Maggie Gyllenhaal (mai sentita) esce da un ospedale psichiatrico e viene assunta dall’avvocato James Spader. I due instaurano un rapporto molto particolare… Divertente. C’è anche Leslie Ann Warren. Dalla Eagle.

SOLARIS  Remake di Soderbergh con quel salamone di George Clooney. Tarkovsky era un’altra cosa. Qui la stazione spaziale ha interrotto i contatti con la Terra perché non vogliono più vedere quella faccia da cazzo dell’ex dottore di E.R. C’è pure Natasha McElhone e con questa lo vorrei avere io un contatto, ma anale non spaziale….

SPY KIDS 2  Robert Rodriguez è un grande regista, un po’ pazzoide che si diverte con questo sequel non del tutto disdicevole. C’è Carla Gugino, e capisco che è dura, però c’è anche il bell’Antonio ispanico. Per amanti del genere.

TERMINAL INVASION  Never covered, ossia mai coperto. Inedito Universal. Dovrebbe parlare di sette passeggeri rimasti chiusi in un aeroporto a causa di una tormenta di neve.

THE TERRORIST  Una giovane guerrigliera Tamil è scelta per indossare la bomba che ucciderà il primo ministro indiano. Ci mancava il film!

IL TRASFORMISTA  Di e con Luca Barbareschi. Non aggiungo altro.

UBRIACO D’AMORE  Uscito il 2 luglio. Grandissimo film di Paul Thomas Anderson (Boogie nights, Magnolia…) dal titolo idiota e dal protagonista ancora più idiota (Adam Sandler). Venditore semifallito finisce ricattato dal padrone di una linea erotica. Da vedere. Insuccesso al botteghino, come sempre quando si tratta di un film Columbia, ma da riscoprire a casa.

 

G.N.Milian