Uscite video Gennaio

Che ci porta il nuovo anno?
Per adesso nastri nastri e… ancora nastri.
Beh mica male!
Proprio quello che avevo chiesto per natale… già già.

ABOUT A BOY Hugh Grant nella parte a lui congeniale dello scapolo nullafacente alle prese con un simpatico bambino. Brillante, a tratti divertente. Questa volta iniziamo bene.

 

AL VERTICE DELLA TENSIONE Ben Affleck e Morgan Freeman alle prese coi neonazisti che tentano di rovinare i rapporti tra Usa e Russia usando armi atomiche. Bah… Eviterei.

 

AMORE E PALLOTTOLE Inedito della Columbia dal titolo abbastanza idiota. Nemmeno un nome di richiamo nel cast. Thrillerino da sabato di Raidue.

 

BREAKAWAY La moglie di un ex poliziotto viene presa come ostaggio. Azzo! C’è Eric Roberts e chi lo conosce, lo evita. Anche la sorella. Inedito della Columbia.

 

CHE FAME! E magna, che cazzo vuoi? Commediola dietetica francese uscita repentinamente anche al cinema. Ci sono Catherine Jacob e Alessandra Martinez.

 

CONTRACT KILLER Inedito con Jet Li. Li mortacc…

 

DRUNKEN MASTER Inedito con Jackie Chan. Stessa solfa.

 

DUE AMICI Uscito al cinema dove non lo so, è la storia di due siciliani emigrati al Nord che condividono anche lo stesso appartamento. E a noi che ce ne frega?

 

EVERYTHING PUT TOGETHER Thrillerone al femminile della Cdi che narra di tre donne che in attesa di un figlio (??) in una tranquilla comunità di periferia verranno coinvolte in qualcosa di terribile. Di terribile mi sa che c’è solo la trama, il cast e il coraggio per noleggiarlo.

 

FORMULA PER UN DELITTO Il regista è bravo (Barbet Schroeder) ma l’attrice protagonista è la peggiore che si possa immaginare (Sandra Bullock). Solito poliziesco. Da giudicare.

 

LA FORZA DEL PASSATO Pesantone dell’Istituto Luce distribuito da Cecchi Gori che vede il povero Sergio Rubini alle prese con chi vuole raccontargli per forza le vicissitudini losche del padre. L’undicesimo comandamento non viene rispettato. Per chi non riesce a dormire.

 

FRAILTY Un tranquillo padre di famiglia costringe i due giovanissimi figli ad aiutarlo nella sua missione che consiste nello sterminare i demoni. Trama di merda per un filmetto che fa fare un po’ di cacca e qualche sobbalzo dalla poltrona. Non malissimo, ma certamente c’è di meglio.

 

GIOVANNA LA PAZZA Mega-iper-super-ultra cazzata del povero Vicente Aranda che ogni tanto partorisce anche qualcosa di buono, ma non in questa occasione. E’ la storia di Giovanna Di Castiglia (la brava e bona Pilar Lopez De Ayala), la regina di Spagna un po’ mignotta che fu liquidata dai contemporanei del ‘500 come folle. Qualche scena erotica (su tutte spicca Manuela Arcuri, anche lei “folleggia” molto in questo film) e qualche scena trash (la presenza di Daniele Liotti fa venire i brividi sulla schiena). 123 minuti di agonia.

 

LA LEGGENDA DEL DRAGO ROSSO Ristampa del film del ’94 dopo l’uscita in vhs di “Colpo grosso al drago rosso” uscito per la Eagle recentemente. Qui c’e’ sempre Jet Li. Ma ‘sto cazzo di Jet Li ha qualche fan?

 

THE LONG RUN Inedito film sudafricano rifilatoci dalla Uip. Grazie.

MAGDALENE Grande film di Peter Mullan sui maltrattamenti subiti da quattro ragazze in un convento per “ragazze difficili”. Assolutamente da vedere. Leone d’Oro a Venezia.

 

MELTDOWN Ancora Jet Li. Film del ’95. Ma che cazzo cambia tra un film e l’altro?

 

NESSUNA NOTIZIA DA DIO Commediola spagnola della Eyescreen distribuita da Berlusconi per la sua Me(r)dusa. Con Penelope Cruz e Victoria Abril. Ma non è un capolavoro. C’è pure Fanny Ardant.

 

PEOPLE I KNOW Il povero Al Pacino tenta di recitare accanto alle ceneri di Kim Basinger e alla bona Tea Leoni. Dovrebbe proteggere una mannequin drogata, ma verrà assassinata. Da evitare.

 

THE RIPPER Indovinate di chi parliamo? Ovviamente del caro vecchio zio Jack lo Squartatore. Versione inedita propinataci dalla Uip direttamente dall’Australia. Non c’è Johnny Depp, ma Patrick Bergin, che riesce ad essere anche peggio di Johnny. Però c’è Gabrielle Anwar, bassa come un assorbente però veramente molto bona. Non vale però i 3 euri (più o meno) del noleggio.

 

ROBERTO SUCCO Grande film francoitalico sulla storia del serialkiller veneziano Roberto Succo che nel ’81 si divertì ad assassinare i genitori e tutti quelli che gli rompevano i coglioni fino in Francia. Bravo l’esordiente Stefano Cassetti (altro che Accorsi!) che si fa anche una trombata con la bella francesina Isid Le Besco. Film della Fandango distribuito da Cecchi Gori. Da vedere.

 

GLI ULTIMI FUORILEGGE C’è pure Jessie James in questa warnerata che non ha visto nessuno che vede protagonista il povero Colin Farrell alle prese con un potente barone delle ferrovie che sottrae le terre ai contadini. Di spaghetti-western degli anni Sessanta di questi film con questa trama, ne avranno fatti un’ottantina…

 

VELOCITA’ MASSIMA Presentato a Venezia: Mastandrea fa il meccanico a Ostia. Tenta di modificare una vecchia Ford per battere sull’asfalto il rivale Fischio. A parte due mignottelle romane che si spogliano e la faccia tremebonda di Mastandrea, non rimane proprio niente. Probabilmente per coattoni.

 

LA VITA E’ UN INCANTESIMO Commediola egiziana d’autore diretta dal vecchio Youssef Chahine. Mai uscito nelle sale. Love story originale ed esotica. Da giudicare.

 

WICKED MINDS Cecchi Gori ci aggrazia con questo inedito canadese che narra di un idiota che tornando a casa dal college scopre prima che il padre si è risposato e poi che è morto. E con chi si è risposato?

 

p.s.: la Eagle non ha comunicato le uscite di gennaio. Che stiano ancora in ferie?

Peccato, come al solito, ci saremmo fatti due risate…