The Brain Washing Machine ‘Connections’

(Autoprodotto 2017)

A dieci anni dalla loro nascita e a quattro dal loro esordio, finalmente i veneti TBWM pubblicano il loro secondo lavoro.
Aver condiviso il palco con gruppi del calibro di Karma to burn e The Quill deve averli fatti maturare molto e in questo lavoro la loro attitudine hard-grunge è molto ben delineata e personalizzata.
Se i richiami a certo hard-grunge, che va dai Led Zeppelin ai Soundgarden è in più occasioni marcato, il quartetto veneto trova la sua direzione nel rock ben strutturato e serrato di Reset o nella tesa, incessante, veloce e rabbiosa Waiting the blow.
Tuttavia, le cartucce sono sparate con l’autocelebrativa The Brain Washing Machine e Are you happy?. Nel primo brano fondono magistralmente hard, pop e blues, il secondo è la perfetta fusione tra grunge e stoner, come non sarebbe riuscito neanche un supergruppo formato da elementi di Kyuss, Soundgarden e primi Pearl Jam.
Discorso a parte merita la tendenza metal del gruppo, che viene espressa sia con la title-track in maniera aggressiva, The show con modalità più melodiche.

Voto: 7

Link correlati:The Brain Washing Machine Facebook Page